Parrocchia di Santa Lucia delle Spianate - Faenza RA

Cronotassi dei Parroci di Santa Lucia

1696 è presente don Rodolfo Campani
1726 è presente don Giacomo Lega
1759 sono presenti don Giuseppe Guidieri e don Tommaso Baccarini
dal 1780 al 1795 è Parroco don Govanni (si firma Gio) Liverani
nel 1807 l'elenco degli abitanti è scritto da don Antonio Utili “economo”
1808 è Parroco don Domenico Cavina (ha 39 anni ed è presente ancora nel 1833)
1847 è Parroco don Simone (si firma Simon) Visani (ha 32 anni ed è ancora presente nel 1880)
1881 è Parroco don Antonio Utili (ha 48 anni ed è ancora presente nel 1899)
1905 redige atti di morte don Giovanni Melandri (forse cappellano)
1908 è Parroco don Vito Cavina
1921-1956 è Parroco don Giovanni Bubani (era stato prima dal 1915 Arciprete di Montefortino)
1956 è parroco don Ettore Ballardini
1973-75 è Parroco don Roberto Brunato
1976-86 prima parte della presenza a Parroco di don Giordano Mondini
1986 in dicembre è delegato don Anteo Cappelli, in quanto don Giordano si è ritirato a Faenza
1987-2007 di nuovo don Giordano Mondini
2007 (dal 15 settembre) è Parroco don Tarcisio Dalle Fabbriche

Dalle Fabbriche Tarcisio è nato a Faenza il 4 /11/1947, quando la sua famiglia risiedeva nella Parrocchia di S. Andrea in Panigale, nella campagna faentina. Dopo le elementari, strutturate in pluriclassi, nella locale Scuola Statale, è entrato nel Seminario PIO XII a Faenza il 4 ottobre 1958. Dopo la morte del padre ( 1960) la famiglia si è trasferita a Faenza, prima in via Cavalcavia 1, nella Parrocchia di S. Marco, e poi (1962) in via Dal Pozzo 58, nella Parrocchia di S. Giuseppe. Dopo 12 anni di Seminario a Faenza è stato mandato a Bologna nel Seminario Regionale Benedetto XV, dove iscritto al Corso di 5 teologia, ad indirizzo accademico, ha conseguito il Baccalaureato in teologia, nello studio associato alla Pontificia Università Lateranense di Roma. Nel 1971, il 16 ottobre, è stato ordinato Sacerdote da Mons. Marino Bergonzini, Vescovo ausiliare di Faenza, nella Chiesa parrocchiale di S. Giuseppe a Faenza. Ha avuto come primo incarico la Capellania nella nuova Chiesa di S. Marco in Faenza via Puccini 6. Nel frattempo ha ripreso gli studi sia nel Corso di perfezionamento in pastorale presso il Seminario Regionale di Bologna che nel Corso di Licenza presso lo Studio Domenicano S. Tommaso di Bologna. Nel  luglio 1972 è stato trasferito nella Cappellania di Russi. Ha ugualmente portato a termine nei mesi estivi anche l'impianto elettrico della Chiesa di S. Marco, come aveva promesso al Parroco Mons. Vincenzo Cimatti, utilizzando l'esperienza accumulata nello studio dell'elettrotecnica presso l'Istituto Tecnico Internazionale di Varese, dove ha conseguito il diploma nel 1966 e l'esperienza di lavoro presso laboratori faentini nei mesi estivi degli ultimi anni '60. Nel 1973 si è licenziato preso lo Studio Teologico S. Tommaso di Bologna con tesi su Max Scheler, filosofo esistenzialista, ottenendo la Summa cum laude.

Nel novembre 1973 è a Roma (pendolare Russi-Roma) per due giorni la settimana (10 ore), iscritto al Corso di laurea in teologia dogmatica presso l'Angelicum. Purtroppo gli impegni pastorali, in particolare la lotta per il primo referendum della storia repubblicana per l'abrogazione di una legge (quella sul divorzio), non gli permettono di terminare, dopo aver completato gli esami, la tesi di laurea sul tema “Gli scambi epistolari dei Padri conciliari a Trento in merito al Sacramento della Confessione”. E' insegnante di Religione e di Corsi integrativi di elettrotecnica ed elettronica nella Scuola Media A. Baccarini di Russi. Nominato Parroco di S. Maria in Basiago il 21/08/1980 è costretto ad uno stop per incidente stradale due giorni dopo. Solo nel marzo 1981 prende possesso della nuova Parrocchia. E' insegnante di Religione nell'anno 1981-82 presso la succursale S. Rocco della Scuola Media Lanzoni. Nel 1982 unisce ai suoi impegni pastorali il lavoro di impresa di impianti elettrici e riparazione radio-tv. Nel 1984 per il trasferimento del Parroco, il Vescovo Francesco Tarcisio Bertozzi gli affida anche la vicina Parrocchia di S. Giovannino, di cui sarà nominato Parroco nel 1987. Nell'anno scolastico 1982-83 riceve l'incarico di insegnante di Religione presso l'IPSIA di Faenza, incarico che lascerà nel 1992. Nel 1992, in esecuzione della Legge 46/90, gli è riconosciuta dalla Camera di Commercio di Ravenna, come piccola impresa l'abilitazione per i lavori di impianti elettrici (lettera A9 e impianti di antenna e scariche atmosferiche lettera B). Il 4 ottobre 1998 è Parroco a San Giuseppe artigiano in Faenza, nominato dal Vescovo Italo Benvenuto Castellani. Ha svolto il suo ministero nella grande Parrocchia della prima periferia faentina fino al settembre 2007. Il 15 settembre 2007 riceve dal Vescovo Mons Claudio Stagni la cura pastorale della Parrocchia di S. Lucia delle Spianate, dove ora svolge il suo ministero.
Ancora oggi affianca al ministero di Parroco l'esecuzione di lavori in campo elettrico ed elettronico.
Da oltre trent'anni è l'installatore di impianti sonori  per le manifestazioni religiose della Città. Nel 1986 per la venuta di sua Santità Giovanni Paolo II a Faenza realizzò gli impianti di amplificazione di Porta della Chiavi, del Seminario, della Casa di Riposo e della Piazza del popolo.
Appassionato di elettronica è radioamatore con nominativo I4YYC e partecipa a Contest nazionali ed internazionali, nonostante il tempo festivo a sua disposizione sia limitato. 

Recapiti del parroco

Parroco don Tarcisio Dalle Fabbriche.
Tel. 0546-642022.
Email: dallefabbriche@aruba.it, t.dalle.fabbriche@alice.it.